Australia/ Marea nera minaccia la Costa Sunshine

Pubblicato il 24 Marzo 2009 9:58 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2009 10:00

Lo scorso venerdì tonnellate di olio combustibile si sono riversate in una delle più popolari spiagge australiane: la Costa Sunshine, a nord dello Stato del Queensland, rischia di vedere compromesso per sempre il suo delicato ecosistema. Una macchia nera minaccia di alterare flora e fauna della baia di Moreton, nella parte occidentale dell’Australia.

La nave mercantile “Pacific Adventurer” è stata colpita dal ciclone tropicale Hamish e 30 tonnellate di carburante sono fuoriusciti e caduti in mare al largo di Brisbane. Le autorità australiane da giorni sono al lavoro per ripulire le acque al largo delle coste nord-orientali.

“Il costo di decontaminazione sarà altissimo” ha detto Anna Bligh, premier del Queensland, che ha proclamato lo stato di calamità naturale su parte della costa nord orientale del continente.

Senza successo finora le ricerche dei 31 container con nitrato d’ammonio caduti anch’essi in mare. Il disastro potrebbe infatti trasformarsi in catastrofe ecologica se i container, con oltre 620 tonnellate di nitrato d’ammonio all’interno, si aprissero: il nitrato d’ammonio, un potente fertilizzante, causerebbe la comparsa inarrestabile di alghe, destinate a soffocare la vita marina attorno all’isola di Moreton. Intanto anche gli abitanti della zona stanno cercando di mettere in salvo le uova di tartaruga.

Fuori pericolo la Grande Barriera Corallina, che si estende di gran lunga più a sud.