Beppe Grillo: “Demolizione iniziata, no alleanze gli altri ci seguiranno”

Pubblicato il 9 Aprile 2013 21:50 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2013 21:56

Beppe Grillo a Metro: “La demolizione è iniziata” (foto Ansa)

ROMA- Beppe Grillo ribadisce la linea: niente alleanze perché saranno gli altri partiti a seguirlo. In un’intervista al quotidiano gratuito Metro il leader del Movimento 5 Stelle spiega: “Non ci alleiamo con nessuno, la demolizione è cominciata. Abbiamo promesso di mandarli tutti a casa e li manderemo tutti a casa”.

”Non rimpiangeremo nulla”, ne’ Bersani ne’ Berlusconi, ”perché – aggiunge Grillo –  metteremo delle persone perbene, normali, oneste e trasparenti a gestire il Paese”.   ”Quindi qualsiasi azienda” che vuole lavorare ”non avrà più bisogno di andare fuori dall’Italia a produrre in Svizzera in Austria, o Slovenia”.

“Anzi – aggiunge Grillo – noi creeremo i presupposti per quegli investimenti che in Italia saranno fatti con trasparenza, onestà e professionalità. Noi rimetteremo al loro posto persone professionali nei posti che devono essere. Cose che sono state tolte mettendo funzionari di partito, amanti, mogli o amici degli amici nei posti. Vede la Finmeccanica, vede l’Eni, vede tutte le grandi aziende compartecipate, dove tutte i funzionari e gli amministratori delegati sono dei politici, non professionisti. La rete sarà tutto questo: chi ha il curriculum migliore andrà a prendere i posti che gli spettano”.

Quindi Grillo attacca ancora gli altri partiti: ”Loro saranno costretti a seguirci come programma politico: noi eravamo nati e ci prendevano per l’antipolitica. Grillo e l’antipolitica, demagogo e populista. Oggi copiano il nostro programma e io ne sono immensamente felice. Solo che noi lo applichiamo, loro lo dicono in televisione e basta”.