Beppe Grillo/ Secondo “Giornalettismo” e “il Cannocchiale”, il noto comico genovese si è candidato solo per far risalire il suo blog che aveva un calo nei contatti

Pubblicato il 14 Luglio 2009 19:49 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 1:44

Giornalettismo.com insinua un dubbio legittimo che riguarda la candidatura di Beppe Grillo alla segreteria del Pd. Scrive Giornalettismo: «Poniamo che Beppe Grillo abbia presentato la sua candidatura alle primarie del Partito Democratico seriamente, e non come è solito fare lui (do you remember referendum?). Faceva sul serio, anche se evidentemente non ha letto il regolamento: nello statuto del Pd, articolo 9, c’è scritto che si possono candidare solo gli iscritti al partito “presenti nella relativa Anagrafe alla data nella quale viene deliberata la convocazione delle elezioni”, ovvero il 26 giugno… Mica pretenderete che uno prenda e se ne ritorni nel luogo di residenza, soltanto perché deve candidarsi alla guida di un partito».

Secondo Giornalettismo.com, il noto comico genovese non poteva non sapere come funziona il regolamento; malgrado si trovasse in vacanza in Sardegna, Beppe Grillo secondo il sito non si poteva iscrivere alla primarie.

Il dubbio è garantito dal fatto che Grillo avrebbe in passato già compiuto atti di questo genere, ossia gesti che per palese violazione di regolamenti o leggi varie non sarebbero mai stati accettati: «Beppe Grillo comincia a raccogliere le firme per i suoi referendum il 25 aprile, nonostante questa data non si possa utilizzare perché c’è una legge che non lo consente. Beppe non può essere così fesso» insinua il sito che spiega a suo giudizio il vero motivo dell’affondo al Pd che, secondo molti metterebbe in crisi il partito prendendo un voto su cinque.

«Ci dev’essere un perché. Un motivo, un cavolo di buon motivo per il quale il comico genovese sta mettendo su questo ambaradan mediatico (e il Pd farebbe bene ad accettarlo comunque, nella corsa: sarebbe un atto di coraggio) ci deve essere. E forse ci ha indovinato il dottor Luigi Castaldi (che scrive su “Il Cannocchiale.it”), non da oggi – al par nostro – esegeta delle grillesche gesta: “Avanzo l’ipotesi che Beppe Grillo abbia annunciato la sua candidatura alla segreteria del Pd solo per risalire nella classifica di BlogBabel“. Pensateci un attimo: nelle classifiche dei blog, già da un po’ Grillo è in calo… Ma ecco: non appena è nata la candidatura, nel web non si parla d’altro. In poco tempo, vedrete, ritornerà al posto che gli spetta di diritto».