Bergamo sicura? “Il tempo di un caffè al bar… rubato il Suv Range Rover nuovo”

Pubblicato il 2 novembre 2014 10:13 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2014 10:13

BERGAMO – Parcheggia il Suv davanti al bar, il tempo di un caffé, esce e la grossa auto non c’è più. Ladri veloci come la luce e furto di un Suv in tempo reale a Bergamo, dove una signora si è vista rubare quasi sotto il naso il Suv Range Rover nuovo di zecca, ritirato appena sei giorni prima.

Ha scritto al quotidiano Eco di Bergamo per chiedere aiuto e lamentarsi. Non dice però se, convinta che Bergamo sia una città sicura e che poteva essere più rapida dei ladri a bere il caffè, ha lasciato le chiavi nel cruscotto o anche soltanto si è evitata la fatica di inserire l’antifurto.

L‘Eco di Bergamo presenta la vicenda (la cui protagonista rimane anonima) col titolo:

“Il tempo di bere un caffè al bar… e mi hanno rubato il Suv nuovo”:

“«Ho sentito in campagna elettorale e sento ancora tanti proclami su Bergamo città sicura, ma dopo quello che mi è successo non ne sono così convinta»

È l’amara considerazione di una signora di Bergamo, che si è rivolta alla nostra redazione per raccontare la sua disavventura: le è stata rubata l’auto (un Suv Range Rover acquistato non più di sei giorni fa) in pieno giorno, in una via di grande passaggio come Borgo Santa Caterina. «Due minuti, giusto il tempo di bere un caffè, e la mia macchina non c’era più» racconta la donna, che aveva parcheggiato l’auto davanti alla farmacia.

Furto d’auto segnalato al giornale anche in via Ghislanzoni, dove nei giorni scorsi è stata rubata una Smart : «C’erano una valigia azzurra piena di penne e di matite destinate ai bambini del Bangladesh, oltre a una cartelletta bianca contenente dei documenti».