Berlusconi/ Gelo tra Barbara e Marina. Pace mancata in Sardegna. La partita dell’eredità e della guida Mondadori

Pubblicato il 18 Agosto 2009 12:47 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2009 12:57

Marina contro Barbara: la figlia di primo letto di Berlusconi e la primogenita di Veronica sarebbero ai ferri corti. Le notizie sulla ritrovata serenità nella famiglia del premier appaiono sempre più come un tentativo di accreditare una pace che in realtà assomiglia ad una tregua armata, considerando anche la posta in palio – spartizione dell’eredità, guida del colosso editoriale Mondadori, futuri assetti dell’impero del premier.

Il vertice riparatore in Sardegna avrebbe sortito effetti opposti a quelli desiderati. In Costa Smeralda si sono ritrovati quattro dei cinque rampolli: a Villa Certosa i tre figli di Veronica Lario, sullo yacht “Besame” la primogenita Marina. Piersilvio unico assente.

Nei giorni scorsi è andato in scena il faccia a faccia tra Marina e Barbara, con la prima che ha aspramente rimproverato la seconda per l’intervista a Vanity Fair. Come è noto in quell’occasione Barbara aveva lasciato trasparire dubbi sulla condotta del padre e soprattutto aveva non troppo velatamente lasciato intendere di pensare a un suo ruolo (la guida ndr.) alla Mondadori, feudo imprenditoriale della primogenita di Arcore.

Le schermaglie tra eredi sono, d’altra parte, il riflesso più visibile di una partita molto complicata che riguarda appunto l’eredità. Avvocati ed esperti sono già al lavoro per ricomporre senza traumi la divisione del patrimonio di famiglia, dopo l’annuncio della separazione e la conseguente richiesta di divorzio di Veronica, che di fatto rinuncerebbe alla legittima, grosso modo un 16,2% del gruppo. Sommata alle quote dei tre figli avrebbe spostato verso Macherio (casa di Veronica) il controllo del gruppo, che ora torna completamente nelle mani di Silvio, che potrà disporne come crede.

Ciliegina finale, i conti accumulati dagli anni ’80/90 all’estero: vista l’eredità Agnelli c’è poco da scherzare.