Berlusconi/ I Giudici di Milano: “L’avvocato Mills mentì per salvare il premier”. Depositate le motivazioni della sentenza

Pubblicato il 19 Maggio 2009 12:49 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2009 12:49

«L’avvocato Mills agì da falso testimone per consentire a Silvio Berlusconi e al gruppo Fininvest l’impunità dalle accuse». Lo si legge nelle motivazioni alla sentenza con la quale i giudici di Milano hanno condannato l’avvocato inglese David Mills a 4 anni e 6 mesi per corruzione in atti giudiziari.

La vicenda riguarda l’accusa secondo cui Berlusconi nel 1997 avrebbe effettuato un pagamento di 600 mila dollari all’indirizzo dell’avvocato Mills come ricompensa per non aver rivelato – in quanto testimone aveva l’obbligo di dire la verità – le informazioni sulla creazione di fondi neri off-shore nei due processi (All Iberian e quello sulla corruzione nella Guardia di Finanza) a carico dell’attuale premier italiano.