Birmania/ Suu Kyi, in prigione a Rangoon, ”è malata ed ha bisogno di urgenti cure mediche”

Pubblicato il 30 Maggio 2009 15:33 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2009 15:33

La leader dell’opposizione birmana e Premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, imprigionata dal regime di Rangoon, sta male ed ha bisogno urgentemente di cure mediche, a quanto riferisce il New York Times.

Esponenti del suo partito, la Lega Nazionale per la Democrazia, hanno detto di essere ”molto preoccupati” per la salute di Suu Kyi, 63 anni, che in prigione soffre di insonnia a causa di persistenti crampi alle gambe.

La giunta militare sta processando il Nobel per la pace dopo che un americano si è introdotto nella sua casa di Rangoon, violando le rigide norme restrittive che rendono Suu Kyi una reclusa, da anni agli arresti domiciliari.

Le autorità birmane accusano Suu Kyi di aver accolto l’americano in casa, un ”reato” per cui potrebbe essere condannata a 5 anni di prigione. All’ultima udienza del suo processo Suu Kyi è apparsa debole ed esangue.