Calcio, Moratti: «Inter e Juventus lotteranno per lo scudetto»

Pubblicato il 1 Settembre 2009 18:10 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2009 18:10

Il presidente Moratti torna sul derby:

«È stata una partita fatta bene per cui, oltre a dare morale, ha dato esempio di una squadra in buona condizione e in grado di poter raggiungere risultati importanti.

Naturalmente, ci sarà bisogno sia della fortuna, sia della continuità, sia dell’impegno, ma il potenziale c’è. Questo è ciò che concretamente dà morale.

Credo che, per la squadra questa vittoria sia stata una buona cosa per affrontare poi il Barcellona sentendosi in forma. Nel secondo tempo abbiamo alzato il piede dall’acceleratore?

Credo che giustamente sia stato fatto anche per prudenza. Non hanno esagerato nel realizzare altri gol che molte volte possono anche avere delle controindicazioni.

Mi è sembrata una squadra con un tale controllo della partita che non avesse bisogno di andare oltre. Le mie parole sul secondo tempo umilianti?

C’è tanta gente che dice cose che non si devono dire, credo lo possa fare anche un presidente».

Moratti parla, anche, della corsa scudetto: «Credo si stia concretizzando una squadra seria, in grado di lottare sia nella serie A che nella Champions.

È bellissima l’idea di avere un’altra squadra forte in Italia così da poter rendere il campionato ancora più interessante, nella speranza che l’Inter possa andare avanti con lo stesso equilibrio, nella stessa maniera.

Si prospetta un dualismo tra Inter e Juve? Al momento sembra così, poi vedremo».

Non manca un pensiero per Ibrahimovic: «No, ma mi ha fatto davvero piacere che Zlatan abbia segnato perché credo che a Barcellona ci sia un’impostazione un po’ diversa:

ci sono tanti grandi campioni con tanta personalità all’interno della squadra, quindi lui deve collaborare molto con gli altri e sarà un po’ meno primadonna.

Però, gli auguro di far bene anche se vengono prima le nostre partite. Ma glielo auguro perché deve essere divertente giocare con quell’attacco».