Calcio/ Napoli: Paolo Cannavaro scrive lettera ai tifosi. “Non merito quei fischi, vi ho dato tutto”

Pubblicato il 20 Maggio 2009 19:36 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2009 19:39

Il capitano del napoli, Paolo Cannavaro, scrive una lettera ai suoi tifosi (pubblicata dal sito internet della società, sscnapoli.it). Cannavaro ha subito, domenica scorsa, una durissima contestazione da parte del pubblico e ci è rimasto male.

«Cari tifosi azzurri – scrive Paolo Cannavaro – ho deciso di scrivere queste poche ma sentite righe per manifestare la mia amarezza in seguito all’episodio che mi ha visto, mio malgrado, protagonista domenica scorsa al San Paolo. Sono molto addolorato per la contestazione che è stata rivolta nei miei confronti. Non credo di meritare quei fischi, né tanto meno un simile atteggiamento da parte vostra. Non ho mai avuto in passato alcun gesto irrispettoso verso il pubblico ed ho sempre accettato ogni tipo di critica. Avete diritto di applaudire quando si vince e la libertà di fischiare quando le cose non vanno bene. Così come è giusto contestare un errore o una brutta prestazione ma non posso accettare di essere il bersaglio di un accanimento che ritengo frutto di un inspiegabile pregiudizio[…]».