Camorra/ Nicola Caterino arrestato dopo venti anni: era altro killer di Pasquale Piccolo

Pubblicato il 2 Luglio 2009 22:15 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2009 22:44

A quasi ventun’anni da quello che passò alla cronaca come il primo omicidio di camorra perpetrato in provincia di Latina, sono scattate le manette ai polsi anche per il secondo presunto esecutore materiale dell’assassinio. Su disposizione della Dia del Tribunale di Napoli, è stato arrestato giovedì Nicola Caterino, 52 anni, di Cesa, indagato assieme a Giancarlo Di Sarno, 45 anni, di Gattinara, in provincia di Vicenza, dell’omicidio di Pasquale Piccolo, avvenuto a Gaeta il 21 luglio del 1988.

Quel giorno Piccolo viaggiava a bordo di un’auto con Raffaele Parente che nell’agguato invece rimase gravemente ferito. Da allora si cominciò a parlare di Casalesi, di clan e di agguati in un territorio fino ad allora estranea agli omicidi di camorra.