Carabiniere ferito a Genova. Gasparri: “Basta buonismo, sicurezza ci vuole”

Pubblicato il 25 Maggio 2015 9:05 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2015 9:05
Carabiniere ferito a Genova. Gasparri: "Basta buonismo, sicurezza ci vuole"

Maurizio Gasparri: “Basta buonismo, sicurezza ci vuole”

ROMA – “È vergognoso che il senegalese che a colpi di cacciavite ha ferito un carabiniere a Genova sia già a casa” commenta il senatore Maurizio Gasparri (FI), vice presidente del Senato. Aggiunge:

“È ora di smetterla con il buonismo, basta con gli sbarchi, ci vogliono maggiori controlli, più sicurezza nelle nostre strade e più risorse per chi, ogni giorno e a rischio della propria incolumità, è impegnato a difendere i cittadini Italiani.

“Lo Stato deve garantire sicurezza per i cittadini, giustizia e certezza della pena verso chi sbaglia, non favorire i criminali. Siamo indignati per quanto accaduto e profondamente sconcertati per il clima di delegittimazione che si è creato verso chi indossa una divisa. Questa situazione a Genova come in tutta Italia è intollerabile. Esprimo tutta la mia solidarietà al maresciallo dei carabinieri ferito a Genova e al suo collega.

“Ancora una volta purtroppo dobbiamo registrare un violento episodio ai danni delle forze dell’ordine, lasciate sempre più sole da questo Governo.

“Sono mesi che continuiamo a chiedere nelle aule parlamentari, attraverso interrogazioni al Ministro dell’Interno e sulla stampa maggiore attenzione e risorse per il comparto sicurezza-difesa.

“A maggior ragione in questo momento in cui l’Italia è punto di approdo di migranti, in questo caso l’attentatore è un senegalese, di cui non sappiamo nulla”.