Cassazione: ‘Cuffaro sapeva di aiutare Cosa Nostra’

Pubblicato il 19 Aprile 2011 15:02 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2011 15:18

ROMA – E' ''accertata'' la ''sussistenza di ripetuti contatti'' fra l'ex governatore della Sicilia, Salvatore Cuffaro, e ''vari esponenti'' di Cosa Nostra, il che ''spiega'' quale sia stato ''l'atteggiamento psichico'' dello stesso Cuffaro nel rivelare al boss di Brancaccio, Guttadauro, ''con il quale aveva stipulato un accordo politico mafioso'', la notizia che c'erano indagini sul capomandamento. Lo sottolinea la Cassazione, che ha appena depositato le motivazioni della sentenza con la quale lo scorso 22 gennaio ha confermato la condanna a sette anni di reclusione, a carico di Cuffaro, per rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento personale, con l'aggravante di aver favorito l'intera organizzazione mafiosa di Cosa Nostra. (SEGUE).