Cervello: la meditazione come analgesico, aiuta a ridurre il dolore

Pubblicato il 16 Marzo 2010 13:09 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2010 13:09

Meditare toglie il dolore, infatti le tecniche di meditazione, anche per i principianti che le praticano da pochissimi giorni, hanno effetto analgesico.

Lo dimostra una ricerca i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista The Journal of Pain da Paul Goolkasian della University of North Carolina presso Charlotte.

Gli esperti hanno misurato la soglia di sensibilità al dolore di un gruppo di persone che per tre giorni, e per 20 minuti al giorno, seguivano una «lezione»di meditazione. La meditazione rivelatasi efficace è la cosiddetta “mindfulness” che consiste nel concentrarsi sul presente evitando di pensare a passato e futuro.

Gli psicologi hanno misurato variazioni della soglia di sensibilità al dolore sottoponendo i partecipanti a lievi correnti elettriche fastidiose di intensità più o meno elevata. E’ emerso che prima della sessione di meditazione ciascuno sente più dolore a causa di questi stimoli; dopo l’esercizio di meditazione la sensibilità al dolore si attenua. I ricercatori hanno legato questo effetto analgesico della meditazione alle sue proprietà “ansiolitiche” e antistress.