Chavez contro gli Usa: “Il golpe in Honduras ordinato da voi”. Obama? “Confuso e perso in un labirinto terribile”

Pubblicato il 17 Agosto 2009 10:44 | Ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2009 10:44

Il presidente venezuelano, Hugo Chavez attacca duramente gli Stati Uniti e Barack Obama. Secondo il leader venezuelano, infatti, «gli ordini per lanciare il golpe dello scorso 28 giugno contro Manuel Zelaya sono venuti dalla base yankee di Palmerola».

Una base che, in effetti, si trova  a pochi chilometri dalla capitale honduregna Tegucigalpa, dove il deposto presidente honduregno è stato portato prima di essere espulso verso il Costa Rica.

Chavez, non ha risparmiato una presa di posizione ironica nei confronti del presidente degli Stati Uniti : «Questa è una cosa grave, non crede, presidente Obama?».

Durante il suo consueto appuntamento televisivo della domenica, Chavez ha detto al presidente americano che i governi latinoamericani non gli chiedono che intervenga per assicurare il ritorno di Zelaya al potere,«Bensì tutto il contrario: gli stiamo chiedendo che l’Impero tolga le sue mani dall’Honduras e le sue grinfie dall’America Latina, perché ne abbiamo abbastanza».

Poi  il presidente venezuelano detta agli Usa la strategia per l’America Latina: «Ciò che le stiamo chiedendo è che ritiri la base di Palmerola, e quella che mantiene a Cuba, a Guantanamo, dove si tortura e si uccide. Obama, fratello mio, si renda conto che deve essere coerente con il suo discorso».

Infine, una nuova stoccata a Obama,  definito da Chavez  «piuttosto confuso» e «perso in un labirinto terribile».