Cibi biologici/ Non sono migliori dei cibi convenzionali, dice uno studio inglese. Costano solo di più

Pubblicato il 29 Luglio 2009 23:45 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2009 17:13
bio-cibo

I colori sgargianti del cibo biologico

All’inizio era un trend salutista, ora quasi una moda. Qualsiasi cosa sia quello dei cibi biologici è un mito da sfatare: secondo uno studio commissionato dalla Food Standards Agency (Fsa), l’agenzia governativa britannica per gli alimenti,  questi cibi  non avrebbero proprietà migliori di quelli convenzionali. Sicuramente, però, sono molto più costosi.

Per un prodotto etichettato come biologico, infatti, si è disposti a pagare molto di più. Ma la potenziale naturalità dell’alimento non sembra comportare alcun beneficio aggiuntivo per la salute.

Stando al rapporto – uno studio durato 12 mesi e condotto sulla base di ricerche degli ultimi 50 anni -, preferire il cibo biologico non porta benefici in salute o dal punto di vista nutrizionale.

«Sono effettivamente state trovate alcune piccole differenze nei nutrienti contenuti nei prodotti biologici rispetto a quelli più convenzionali, ma non rilevanti al punto da incidere sulla salute dei consumatori», spiega Alan Dangour, tra i principali autori dello studio.

Una notizia che non farà piacere a chi nel settore ha investito parecchio, quello del cibo biologico è infatti un business miliardario che ha già subito un duro colpo con la crisi e la recessione.

Non tutti ovviamente condividono i risultati raggiunti. Tra i principali antagonisti Peter Melchett, direttore strategico della Soil Association, racconta il suo disappunto alla Bbc: «L’analisi accantona la maggior parte degli studi che paragonano le differenze nutrizionali dei cibi biologici e non. Senza una ricerca di raggio molto ampio è difficile giungere a conclusioni che possano far chiarezza, non considerando il fatto che non esistono studi soddisfacenti sugli effetti di lungo termine che i pesticidi possono provocare nella salute umana».