Crisi editoria Usa/ Casa Bianca, Robert Gibbs: “Obama triste. In tutta onestà non so cosa possa fare il governo”

Pubblicato il 5 maggio 2009 1:43 | Ultimo aggiornamento: 5 maggio 2009 1:43

L’editoria americana è sempre più in crisi e le parole di Robert Gibbs non presagiscono nulla di positivo. Il portavoce della Casa Bianca, rispondendo ad un giornalista che gli chiedeva soluzioni in merito alla situazione critica dello storico quotidiano “Boston Globe”, ha risposto escludendo qualsiasi piano di salvataggio.

«C’è grande preoccupazione per le condizioni del settore editoriale – ha detto Gibbs – ma in tutta onestà non so in che modo il governo potrebbe fare qualcosa. Il presidente Obama? Lui giudica la condizione attuale molto triste perchè pensa che negli Stati Uniti ci debba essere una stampa forte e libera».