Crisi/ Italia nel mirino di Ocse e Commissione Europe Preoccupano la spesa previdenziale e il debito pubblico

Pubblicato il 23 Giugno 2009 12:55 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2009 12:55

Un campanello d’allarme suona per l’economia italiana, anzi due. L’Italia è il paese dell’Ocse con il livello più alto di spesa pensionistica secondo il rapporto della stessa Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico che rileva come nel decennio 1995-2005 la spesa previdenziale è aumentata del 23%. Le pensioni pesano per il 30% sul bilancio statale italiano, contro il 16% della media Ocse.

Anche la Ue punta il dito sui conti pubblici italiani. Nel rapporto 2009 sullo stato delle finanze pubbliche della Ue, presentato dalla Commissione Ue, si legge: «Gli squilibri interni dovuti all’elevatissimo debito pubblico possono colpire le vulnerabili finanze pubbliche italiane e possono portare ad un alto costo del capitale per l’intera economia, pesando perciò sulla sua crescita potenziale».