Crisi/ Lunedì il piano salvabanche del Tesoro Usa

Pubblicato il 21 Marzo 2009 17:52 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2009 17:52

Dovrebbe essere annunciato ufficialmente lunedi il nuovo piano di salvataggio bancario del Tesoro americano, che si propone di rilevare gli asset tossici e ripulire i bilanci della finanza.

I contenuti dell’atteso piano sono stati anticipati dal Wall Street Journal: il governo dovrebbe immettere inizialmente tra i 75 e i cento miliardi in nuovi fondi, una cifra che potrebbe aumentare in seguito. E, soprattutto, chiede una forte partecipazione del settore privato in partnership con le autorità pubbliche.

Quest’ultimo sarà l’aspetto più delicato per il successo del piano. L’adesione dei privati è in dubbio dopo le polemiche esplose sulla Aig e sui bonus a Wall Street, che hanno spinto il Congresso a preparare leggi per tassare fino al 90% i premi dei dipendenti delle società salvate dal governo.

Contro simili misure sono insorti nelle ultime ore molti grandi istituti che hanno ricevuto soccorsi: dai vertici di Citigroup a quelli di JP Morgan e Bank of America, che hanno denunciato il rischio di esodo di personale essenziale.

La stessa amministrazione Obama sta cercando di ammorbidire le proposte di legge, cercando di esonerare i partecipanti al Talf, il progamma di Federal Reserve e Tesoro per il sostegno al credito al consumo e alle piccole imprese.