Decreto Romani e rettifica: l’attacco alla rete è “antropologico”, non congiunturale

Pubblicato il 12 luglio 2010 10:00 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2010 10:00

Al di là, ai lati, alla periferia del bavaglio c’è altro. Per esempio l’analisi che fa Guido Scorza che dimostra come, con i regolamenti attuativi del “decreto Romani” chiunque voglia vare microtv su web venga sepolto da una montagna di adempimenti e problemi tale che è facile gli venga voglia di mollar tutto. Prego leggere […]


Leggi l’articolo originale su: Scene Digitali