Dilaga la “drunkoressia” fra le star: digiunano per due giorni e si ubriacano, assumendo le calorie necessarie a sostenersi solo attraverso l’alcol

Pubblicato il 5 agosto 2009 17:19 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2009 17:32
anoressia-allo-specchio-thumb

Anoressia allo specchio

Se l’anoressia era considerata uno dei mali del secolo, ora bisogna fare i conti anche con la “drunkoressia”. Di cosa si tratta? Lanciata come “moda” da alcune star sta, purtroppo, prendendo piede un po’ ovunque e consiste nel non mangiare anche per due giorni per poi ubriacarsi nel corso di nottate folli in discoteca riservando quindi il consumo calorico giornaliero solo ed esclusivamente all’alcol.

Un modo di fare che non solo mette in pericolo la propria vita e quella degli altri sulle strade ma anche a livello fisico sovraccaricando i reni, lo stomaco e provocando anche ulcere,  gastriti, epatiti, disturbi al cuore, problemi neurologici ed osteoporosi. Attenzione dunque a cadere in queste trappole, concedersi un buon bicchiere di vino ogni tanto fa anche bene alla salute, esagerare rischia solo di minacciarla ed il prezzo da pagare è sempre troppo alto.