Disturbi del sonno: sei più a rischio se mancino

Pubblicato il 25 ottobre 2011 17:02 | Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2011 17:04

ROMA – Le persone mancine sono più soggette a disturbi del sonno. Uno studio ha evidenziato che le persone mancine soffrono più facilmente del disturbo periodico di movimento degli arti, Plmd. Dormendo gli arti vengono mossi inconsciamente, una condizione che disturba il riposo e comporta stanchezza quando si è svegli.

La ricerca ha interessato un campione di 100 individui di cui 84 destrorsi e 16 mancini. Movimenti bilaterali degli arti sono stati riscontrati nel 69 per cento dei destrorsi, mentre nei mancini la percentuale raggiunge il 94 per cento. La spiegazione potrebbe essere legata all’emisfero del cervello dominante nel controllo dei movimenti.

Nel caso dei destrorsi l’emisfero più usato è il sinistro, ritenuto dalla neuroscienza il lato del cervello che gestisce il pensiero logico e razionale e deputato all’elaborazione dei dati. I mancini invece sono dominati dall’emisfero destro, ritenuto responsabile del pensiero creativo ed intuitivo.

La scoperta che i mancini sono più soggetti al Plmd potrebbe permettere la localizzazione dell’area cerebrale e dei meccanismi che causano tale disturbo, permettendo così anche l’individuazione di una cura o un trattamento efficace per chi ne soffre.