Divorzio storico in Tv/ Mike Bongiorno lascia Mediaset e passa a Sky

Pubblicato il 21 Marzo 2009 12:37 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2009 16:13

E’ polemica sullo storico divorzio della televisione italiana: Mike Bongiorno, a quanto scrive il Corriere della Sera,  lascia Mediaset e passa a Sky. Il Mike nazionale respinge le accuse di aver ”tradito” Silvio Berlusconi, che strappandolo alla Rai se lo prese a Mediaset nel 1980.

”La verità è un’altra – precisa Mike in un comunicato – Mediaset prima della fine dell’anno scorso, senza preavviso, non mi ha rinnovato il contratto che mi legava al gruppo fin dalla sua fondazione. Di conseguenza ora non avendo legami sono libero di svolgere il mio lavoro con chiunque».

La replica di Mediaset non sembra del tutto convincente. In un comunicato, dopo aver detto che ”Mike è una parte importante della storia della Tv italiana, afferma che ”Vincolare un simile personaggio ad un contratto di esclusiva con una sola azienda senza un progetto di produzione concretamente avviato sarebbe stato controproducente per lo stesso Mike Bongiorno». Ci si chiede allora perché Mediaset non abbia trovato niente da fargli fare.

La realtà è tutta economica: Mike — dicono — è fuori target per Canale 5 e Italia 1, mentre Retequattro non può permettersi un quiz tradizionale fuori budget per le sue tasche. Mediaset, comunque, sta pensando a nuovi progetti adeguati alla professionalità di Mike Bongiorno. Peccato che lui, stufo di aspettare cenni dal Biscione, si sia organizzato in modo diverso.

Quando ci sarà la partenza del rinnovato canale Sky (il 109, quello che ora si chiama Sky Vivo) sarà quello di Mike il volto dell’inaugurazione e farà gli auguri al nuovo arrivato, il canale più generalista della pay tv di Murdoch: lì ci saranno Fiorello, Cuccarini e Panariello. Avere anche colui che ha fatto nascere la televisione non è un colpo da poco.