Droga/ 11 kg di coca sequestrati dalla Guardia di Finanza a Fiumicino, 2 arresti. Uno dei corrieri diceva di voler fare il sacerdote

Pubblicato il 17 Giugno 2009 7:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2009 9:29

Trasportavano, complessivamente, oltre 11 kg di cocaina che, dalle prime analisi, e’ risultata purissima. Entrambi sorridenti e sereni sono giunti, a poche ore di distanza, all’aeroporto intercontinentale Leonardo da Vinci di Roma dopo un lungo viaggio transoceanico con progetti diversi e molto curiosi.

G.C.A., queste le iniziali del 33enne messicano giunto nella capitale dopo aver ricevuto, diceva, la vocazione per diventare sacerdote. Dal canto suo, P.G.A., cittadino spagnolo del ’66, di rientro da una vacanza in Venezuela e diretto a Bruxelles, sosteneva di voler girare in treno l’Europa.

Il sedicente prossimo sacerdote, proveniente da Mexico City via Parigi, portava a tracolla una borsa da deejay contenente 25 dischi in vinile riposti in altrettante copertine di cartone all’interno delle quali, su ambo i lati, erano state realizzate delle intercapedini contenenti sacchetti di cocaina sottovuoto per un peso complessivo di circa 6,5 kg. Il 33enne spagnolo, proveniente da Caracas ed in transito per Bruxelles, stava per intraprendere il suo viaggio all’esplorazione dell’Europa con un materassino gonfiabile che gli sarebbe stato utile durante le notti trascorse nelle stazioni ferroviarie, contenente circa 5 kg di cocaina contenuta in diversi involti.

I militari della Gdf, di concerto con i funzionari doganali, hanno operato il sequestro e provveduto all’arresto dei due narcotrafficanti ora a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria di Civitavecchia. Dalla droga sequestrata sarebbero state ricavate almeno 120.000 dosi per un valore complessivo, allo spaccio, di circa 10 milioni di euro.