E ora dopo Google la Cina pirateggia anche le mailboxes di Yahoo!

Pubblicato il 31 Marzo 2010 13:36 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2010 13:36

Le mailbox di diversi corrispondenti stranieri in Cina e a Taiwan sono state piratati nel corso delle ultime settimane tanto da indurre Yahoo! a disattivarne la maggior parte il 25 marzo.

Lo ha reso noto il club dei corrispondenti stranieri in Cina, che ha denunciato la violazione di almeno otto account di posta elettronica. «In un caso – spiega il club in un messaggio ai suoi iscritti – un giornalista con base a Pechino si è visto aggiungere un indirizzo sconosciuto di inoltre, per cui tutti i suoi messaggi venivano automaticamente inoltrati a questo destinatario ignoto».

Un giornalista dell’Irish Times, Clifford Coonan, inoltre, spiega di aver ricevuto un messaggio di errore ieri quando ha cercato invano di collegarsi. «Non posso dire chi sia responsabile di questi attacchi – ha dichiarato Coonan -. I responsabili di Yahoo! non ci hanno fornito informazioni ma sembra che questi attacchi abbiano riguardato giornalisti e universitari con base in Cina».

Questi sviluppi avvengono mentre non si sono ancora placate le polemiche per la decisione di Google di trasferire il suo sito cinese a Hong Kong proprio in risposta a continui attacchi informatici da parte di ignoti che si collegati dalla Cina.