Eccidio di Sant’Anna/ Napolitano: “La nostra democrazia nasce dalla resistenza”

Pubblicato il 12 Agosto 2009 13:51 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2009 13:51

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è intervenuto nel  giorno del 65esimo anniversario dell’eccidio nazifascista di Sant’Anna di Stazzema (Lucca) per sottolineare il ruolo della Resistenza nella nascita dell’attuale democrazia.

Per Napolitano, «il sacrificio di tanti nostri concittadini che seppero battersi coraggiosamente per il riscatto della loro Patria costituisce la più viva eredità morale della Resistenza e della Lotta di Liberazione».

«Da quella stagione di rinascita civile», ha proseguito il presidente, «l’Italia trasse la forza spirituale e l’unità necessarie per dar vita ad un ordinamento fondato sui valori di democrazia e di giustizia sociale e sull’attivo sostegno alle organizzazioni internazionali e sovrannazionali rivolte ad assicurare la pace e la giustizia tra le Nazioni».

A Sant’Anna di Stazzema le vittime della violenza nazista furono 560, in maggioranza donne e bambini.