Editoria/ Murdoch: quotidiani on-line gratuiti? Sono finiti i tempi delle news a costo zero per l’utente

Pubblicato il 7 maggio 2009 16:25 | Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2009 16:26

Per Rupert Murdoch, boss della News Corporation, i giorni dell’accesso gratuito ai siti web dei giornali stanno per finire. Per il guru dell’editoria si tratta di un modello di business superato che si sforzerà di correggere entro un anno. Sollecitato dalle domande di analisti del settore durante una conferenza tenutasi mercoledì sera, Murdoch ha mostrato l’esempio del boom di sottoscrizioni dell’edizione on-line del Wall Street Journal. E ha annunciato una squadra di manager, da lui guidata, per mettere a punto una piattaforma che raccolga le notizie contenute nei suoi siti online, cui accedere con un sistema di micropagamenti per ogni singolo articolo letto.

Il “Times”, il” Sunday Times”, il “Sun” e “News of the World”  non saranno più gratuiti entro 12 mesi. E anche nel settore dei social network si annunciano novità: “My Space” non seguirà il modello “Facebook” che recluta centinaia di milioni di utenti che non portano nessuna inserzione pubblicitaria con loro.