Editoria: Napolitano, con i tagli lineari pluralismo a rischio

Pubblicato il 30 ottobre 2011 14:02 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2011 15:08

ROMA, 30 OTT – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano condivide ''la preoccupazione per i rischi di mortificazione del pluralismo dell'informazione'' che potrebbero derivare dagli annunciati tagli lineari al Fondo per l'editoria. Nello stesso tempo auspica una ''bonifica'' dei beneficiari e di criteri di risparmio.Lo afferma rispondendo alla ''lettera aperta'' che gli e' stata inviata da numerosi direttori di testate non profit, di partito e cooperative pubblicata oggi da numerosi quotidiani. La risposta del Capo dello Stato e' stata resa nota sul sito www.quirinale.it

''Ho letto con attenzione la vostra lettera – scrive Napolitano – e mi rendo ben conto dell'importanza degli argomenti che mi avete illustrato in polemica con l'annunciato taglio 'lineare' al Fondo per l'editoria. Condivido la preoccupazione per i rischi che ne potrebbero derivare di mortificazione del pluralismo dell'informazione. E non manchero' di manifestare questo mio punto di vista al governo''.

''Ho, nello stesso tempo, trovato – aggiunge il Presidente della Repubblica – altamente apprezzabile, nella vostra lettera, la sensibilita' per l'urgenza di 'un'opera di bonifica' in questo settore e la disponibilità 'a proporre ulteriori criteri per consentire da un lato risparmi e dall'altro una più rigorosa selezione nell'accesso alle risorse'. Credo che quanto piu' darete seguito concreto a questi vostri intendimenti, tanto piu' ne guadagnerà in efficacia la sollecitazione, che faccio mia, per una riconsiderazione delle decisioni del governo''.