Editoria, Usa/ Celebre columnist del New York Times ammette di aver plagiato articolo di un collega

Pubblicato il 18 maggio 2009 13:16 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2009 13:17

La celebre e caustica columnist di tendenze progressiste del New York Times, Maureen Dowd, ha ammesso di aver usato in un suo articolo un intero paragrafo di un altro giornalista, Josh Marshall, direttore del blog Talking Points Memo, senza attribuzione, a quanto riferisce il sito Breitbart.com.

La Dowd ha riconosciuto il fatto in una e-mail inviata a The Huffington Post, uno dei siti più influenti e seguiti degli Stati Uniti. La columnist sostiene che l’aver usato masteriale altrui non è stato intenzionale. Si difende affermando di non aver mai letto il blog di Marshall prima di scrivere la sua column, ma di aver udito quanto poi da lei scritto da un amico.

Il New York Times ha provveduto a chiarire l’accaduto correggendo la column della Dowd ed informando i lettori che il paragrafo in questione era in effetti da attribuire a Marshall.

La Dowd, che per i suoi commenti nel 1990 ha vinto un Premio Pulitzer, il più ambito riconoscimento del giornalismo americano, ha usato il paragrafo di Marshall in una column in cui critica la trascorsa amministrazione di George Bush per aver consentito i brutali interrogatori di sospetti terroristi di Al Qaeda.