Elezioni Afghanistan/ Razzi dei Talebani su Kabul: attaccati il palazzo presidenziale e il quartier generale della polizia

Pubblicato il 18 Agosto 2009 7:50 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2009 8:31

Dalle minacce alle vie di fatto: ad appena due giorni dalle cruciali elezioni del 20 agosto in Afghanistan, razzi lanciati dai talebani hanno colpito  il Palazzo Presidenziale e il quartier generale della polizia, entrambi situati nel cuore di Kabul.

Non risultano feriti, ma il duplice attacco ha rappresentato la sfida più eclatante della guerriglia alle istituzioni afghane. Secondo fonti delle forze di sicurezza locali, un primo ordigno si è  abbattuto sulla Presidenza della Repubblica, causando gravi danni anche all’interno della struttura; poco dopo è stata la volta della sede centrale delle forze dell’ordine, che si trova a poca distanza.

Gli attacchi sono stati rivendicati dai Talebani attraverso un loro portavoce, Zabihullah Mujahid, che ha parlato via telefono satellitare da una località ignota. Mujahid ha parlato quattro razzi, senza, tuttavia,  specificarne i bersagli.

Soltanto sabato scorso era stato preso di mira, con un camion-bomba condotto da un kamikaze, il Comando dell’Isaf, la Forza Internazionale di Assistenza per la Sicurezza guidata dalla Nato: l’attentato aveva causato la morte di  sette civili afghani e il ferimento di un centinaio di altre persone compresi diversi militari occidentali tra cui un un soldato italiano.

É la terza volta dall’inizio di agosto in cui i guerriglieri islamici assaltano la capitale i razzi.  Si tratta di una tipologia d’attacco quasi mai utilizzata negli anni precedenti.