Eritemi solari/ come proteggersi

Pubblicato il 10 maggio 2009 16:38 | Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2009 0:39

Dopo l’inverno freddo e piovoso chi puo’ resistere a stendersi finalmente al sole? Ma attenzione, farlo senza cautela vi puo’ causare prurito, dolore, senso di bruciore, bolle o sincope e potreste non solo esservi scottati ma essere incorsi in un eritema solare che consiste nell’ arrossamento della pelle conseguente a un’esposizione solare eccessiva, in termini di durata e intensità, rispetto alle difese naturali della cute dell’individuo e che puo’ essere curato assumendo farmaci a base di  cortisone.Volete evitare questi spiacevoli inconvenienti? Non avete altro modo che proteggere correttamente la vostra pelle! Come? Tanto per iniziare con una corretta alimentazione che vi consenta di evitare la formazione dei radicali liberi e delle  sostanze tossiche complici dell’ invecchiamento precoce della pelle. Quindi mangiate agrumi, pomodori, peperoni, cavoli, broccoli, carote, spinaci, albicocche, mandorle, noci, nocciole, olio di oliva, germe di grano, yogurt e pane integrale e garantirete al vostro organismo vitamina C, vitamina E, zinco, selenio e beta-carotene. Non dimenticate poi di esporvi gradualmente per abituare la vostra pelle e di utilizzare gli schermanti solari almeno ogni 2 ore