Fassino (Pd): nel mondo di Berlusconi c’è solo Berlusconi

Pubblicato il 5 Settembre 2009 1:02 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2009 15:18

 

Piero Fassino

Piero Fassino

“Berlusconi ha una visione nella quale il mondo si riduce a Berlusconi medesimo, ma non c’é nessun Paese che vive così “. Lo ha detto Piero Fassino, coordinatore della mozione Franceschini, a margine della manifestazione ‘Fare luce. Pensieri democratici con’ organizzata dal Pd cittadino e metropolitano di Firenze:  “Se dobbiamo stare a quello che dice Berlusconi il Parlamento non deve votare né discutere perché dà fastidio; l’opposizione non deve parlare perché sennò è disfattista; i giornali non devono criticare sennò vengono aggrediti; i Commissari europei è meglio che siano sordi e muti”.

Secondo Fassino, Berlusconi è preda di un’ossessione, di vedere nemici dappertutto: “Gli consiglierei di non seguire questa strada: alla fine, a forza di litigare con tutti si rischia di restare soli”.   

Per Fassino, “il caso Boffo è la dimostrazione di quale livello di imbarbarimento ed inciviltà ha raggiunto la battaglia politica”.  E ha continuato:  “La politica deve sempre rispettare le persone e deve rispettarne soprattutto la vita privata, in particolare quando queste non hanno funzioni pubbliche. Nel caso di Boffo si è messo in campo un vero e proprio killeraggio, una vera e propria aggressione personale che nessuna battaglia politica giustifica. Tra le tante responsabilità della destra – ha concluso – c’é quella di imbarbarire il conflitto politico in Italia”.

ALTRI INTERVENTI DELLA SINISTRA SU BERLUSCONI

D’Alema, affondo contro Berlusconi: “È  il responsabile del degrado della vita pubblica in Italia”. Leggi…