Febbre suina/ In autunno colpirà 15 milioni di italiani, ma la H1N1 è simile a una normale influenza

Pubblicato il 13 Luglio 2009 20:05 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2009 21:02

L’influenza suina? Secondo il virologo dell’Università Statale di Milano, Fabrizio Pregliasco, colpirà tra i 10 e i 15 milioni di italiani e a causa delle complicanze moriranno in 10-15mila. Ma i vaccini non saranno pronti prima di ottobre. «In Italia per l’influenza dello scorso anno, piuttosto blanda, ci furono almeno 5.000 morti. L’influenza suina – spiega Pregliasco – colpirà più persone e quindi ci saranno almeno 15-20mila morti per complicanze influenzali».

«Ora a noi spetta monitorare la situazione – continua Pregliasco – rallentare la diffusione per avere una disponibilità reale di vaccini che ora non ancora c’è. La composizione dei vaccini è stata già decisa, insieme alle due dosi classiche ci sarà un monodose specifico per questa influenza, che si sta appena iniziando a produrre». Ma prima di ottobre il vaccino non non sarà disponibile e comunque non sarà sufficiente per tutti.

Il dottor Pregliasco ridimensiona però il fenomeno: «Questa è un’influenza banale che nei soggetti sani si esaurisce in 4 giorni di letto. Solo che essendo una nuova influenza, colpirà tra i 10 e i 15 milioni di italiani, ma non tutti avranno bisogno degli antivirali. Gli antivirali stoccati sono 5 milioni, circa l’1 per cento in rapporto alla popolazione italiana, e verranno utilizzati solo nei casi più gravi, a partire dal personale medico».