Fiat/ Persa l’opportunità Opel, Marchionne si concentra sulla ristrutturazione Chrysler e guarda a Peugeot

Pubblicato il 3 Giugno 2009 11:47 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2009 11:47

«Senza Opel, Fiat cerca ancora un altro partner», titola il Wall Street Journal. E infatti la strategia industriale dell’ad Marchionne continua a puntare al raddoppiamento della produzione Fiat a 5,5 milioni di auto, dimensione necessaria per reggere la concorrenza dei grandi  gruppi e contrastare gli effetti di un eccesso di capacità produttiva.

Lo sforzo prioritario di Fiat è la ristrutturazione di Chrysler: insieme arriveranno a produrre 4 milioni di vetture. Per questo altre acquisizioni appaiono plausibili a breve termine.

Le voci su un interessamento per Peugeot trovano conferma per due motivi: in passato Marchionne ha già esplorato la possibilità di una partnership con la casa francese e, fatto più importante, il nuovo management, appena insediato, si è posto come obiettivo il rilancio dell’impresa attraverso possibili alleanze e cooperazione con altri gruppi.

Le recenti dichiarazioni di Thierry Peugeot, presidente del consiglio di sorveglianza e del nuovo ad Philippe Va­rin, non lasciano dubbi sulle intenzioni di Psa Peugeot-Citroen di allargare il perime­tro industriale.