Fioriscono le cose, qua e là nel giornalismo

Il New York Times proporrà in licenza le sue applicazioni ad altri editori. Su un vero negozio online. E’ una conseguenza del fatto che il lavoro dei giornali si fa ormai con redazioni che comprendono chi cerca le storie, chi disegna le interfacce e chi fa il software per organizzarle. (via AdAge).

Truthsquad gestisce il fact checking sulle notizie che circolano in rete in modo collaborativo. Con un finanziamento non profit e ottimi partner per le analisi. (via Rheingold).

Il giornalismo si può allargare a fatti che non sono organizzati in base al tempo cronologico, dicono in un post del NiemanJL… Nuove opportunità.


Leggi l’articolo originale su: Luca De Biase

To Top