Formula 1/ Riparte il Mondiale, Ferrari e McLaren (per ora) outsiders imbufalite

Pubblicato il 28 Marzo 2009 9:07 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2009 12:27

I favoriti per la vittoria del Gran Premio sono: Williams, BrawnGp e Toyota… qualcosa non va.

Le Ferrari dove sono? E le McLaren? Che succede? La colpa è dei “diffusori”, che fanno volare le tre scuderie sopra citate e che non sono stati montati dalle due più forti perchè ritenuti illegali. Ferrari e McLaren per il momento sono dietro a rincorrere, con l’anima arrabbiata e confusa.

Riparte domenica 29 (alle 8 di mattina, ora italiana) a Melbourne (Australia) il Mondiale di Formula Uno, preceduto, mai come quest’anno, da polemiche, minacce e ricorsi.

Venerdì 27 l’ultima puntata: Ferrari, Renault e Red Bull avevano protestato contro i diffusori di Toyota, BrawnGp e Williams, ritenuti irregolari. Niente da fare, l’interpretazione data al regolamento dà ragione agli innovatori, i diffusori possono restare, nessuna punizione. Per ora. Già, perchè si andrà in appello, ma il verdetto finale sarà dato non prima del 5 aprile, quando saranno già stati corsi due GP; ciò rende il tutto un po’  ridicolo, perchè i punti conquistati in pista potranno essere sottratti in tribunale, ma tant’è.

E ancora. Avevano cambiato le regole a due settimane dal via: “Vincerà il campionato – si era deciso – chi trionferà nel maggior numero di Gran Premi“. Proteste della Fota, Ferrari su tutte, cambio direzione e ritorno al vecchio sistema con classifica a punti.

Si riparte con la novità del Kers e con il ritorno alle gomme lisce, traduzione: maggiore velocità, soprattutto nel breve, più sorpassi e, si spera, più spettacolo.

Il carrozzone non sembra molto stabile, bisogna restituire credibilità al movimento. Si ricomincia con la pratica, le corse, l’unico modo per rialzarsi, perchè nella teoria i “signori” della  Formula Uno si sono già bocciati da soli.

La conferma della situazione complessa e precaria della Formula 1 è venuta dalle prove di sabato 28.

Riferisce l’Agi che a Jenson Button (Brawn Gp) è andata  la  pole position, con il tempo di 1’26”202; a fianco il compagno di squadra Rubens Barrichello (1’26”505). In seconda fila partiranno la Red Bull di Sebastian Vettel (1’26”830) e la Bmw sauber di Robert Kubica (1’26″914). Quarta fila e settimo posto per la Ferrari di Felipe Massa (1’27”033), mentre il compagno Kimi Raikkonen ha chiuso con il nono tempo (1’27”163). Il campione del mondo della McLaren Lewis Hamilton non ha neppure disputato le Q2 e partira’ dalla 15esima posizione. Dodicesimo lo spagnolo della Renault Fernando Alonso.