Gamberetti, tracce di cocaina e ketamina: l’allarme degli scienziati

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 2 maggio 2019 13:15 | Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2019 13:15
Gamberetti, tracce di cocaina e ketamina: l'allarme degli scienziati

Gamberetti, tracce di cocaina e ketamina: l’allarme degli scienziati

MILANO – Gamberetti alla cocaina. Non è uno scherzo: nel Regno Unito i gamberetti d’acqua dolce del Suffolk sono risultati positivi agli esami per la presenza di polvere bianca e ketamina.

A testare i crostacei sono stati i ricercatori del King’s College di Londra, in collaborazione con quelli dell’Università del Suffolk. Sotto esame sono finiti campioni presi da quindici differenti località della contea inglese presi dai fiumi Alde, Box, Deben, Gipping e Waveney.

Dai dati di laboratorio sono emerse tracce di cocaina in tutti i campioni testati, oltre a tracce di altre droghe come la ketamina, di pesticidi vietati e di farmaci vari. 

5 x 1000

I ricercatori hanno definito la scoperta “sorprendente”. “Bisognerà attendere nuovi studi per capire se la presenza di cocaina negli animali acquatici sia un problema solo del Suffolk o se si tratta di un fenomeno esteso all’intero Regno Unito o magari anche all’estero”, ha spiegato alla Bbc il professor Nic Bury, dell’Università del Suffolk. 

La contaminazione e l‘inquinamento delle acque è un problema di dimensioni sempre più rilevanti. Come evidenziato anche in altri studi recenti, nei fiumi di molte grandi città sono state rinvenute tracce di droghe consumate dai cittadini, con evidenti conseguenze sulla fauna ittica e, alla fine, sulla salute dell’uomo. (Fonte: Bbc)