Genchi/ Cassazione annulla dissequestro archivio

Pubblicato il 26 Giugno 2009 20:50 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2009 21:06

Annullato il dissequestro dell’archivio di Gioacchino Genchi, disposto dal tribunale del Riesame di Roma nello scorso aprile, limitatamente ai tabulati telefonici di utenze riferibili a parlamentari. Così la sesta sezione penale della Cassazione ha accolto in parte il ricorso della Procura della Capitale, annullando senza rinvio l’ordinanza del Riesame sul punto relativo ai reati di abuso d’ufficio e violazione della legge Boato, ipotizzati nei confronti del consulente dell’ex pm Luigi de Magistris, per l’acquisizione di tabulati telefonici riferibili ad utenze di deputati e senatori, nell’ambito dell’inchiesta ‘Why not’, avvenuta senza la necessaria autorizzazione delle Camere di appartenenza.

Gli ‘ermellini’ hanno invece rigettato il ricorso dei pm romani contro il dissequestro relativo ai tabulati di utenze appartenenti a uomini dei servizi di sicurezza. Solo ieri, inoltre, la quinta sezione della Suprema Corte aveva detto sì al dissequestro disposto dal Riesame, dichiarando inammissibile il ricorso presentato dai pm romani inerente le ipotesi di reato di accesso abusivo a un sistema informatico e violazione della privacy, relative all’ingresso di Genchi all’anagrafe dell’Agenzia delle Entrate.