Grecia. Ministro interno, referendum costerà 20 milioni

Pubblicato il 1 luglio 2015 9:30 | Ultimo aggiornamento: 1 luglio 2015 9:30
Nikos Voutsis

Nikos Voutsis

GRECIA, ATENE – Il referendum sugli accordi tra i creditori internazionali e la Grecia costerà “fino a 20 milioni di euro”.

Lo ha detto il ministro dell’Interno Nikos Voutsis, spiegando che nell’approssimarsi del voto, una commissione informale ‘bipartisan’ si è incontrata martedi con i rappresentanti di tutti i partiti, inclusi quelli rappresentati all’Europarlamento.

Voutsis ha detto che non ci sarà alcun finanziamento pubblico ai partiti impegnati nella campagna referendaria.

Il ministro ha ricordato che per essere valido, il referendum deve essere votato da almeno il 40% degli aventi diritto. Circa 8 milioni di greci sono chiamati ad esprimersi, su una popolazione attorno agli 11 milioni.