I blog sul pacchetto sicurezza: il reato di clandestinità? Come nel resto d’Europa

Pubblicato il 6 Luglio 2009 20:48 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2009 20:48

L’approvazione del pacchetto sicurezza non poteva che dare il via ad vivace un dibattito in rete. Il mondo dei blog è in gran parte contrario alle nuove norme, ma non mancano le eccezioni.

Tra i post contrari segnaliamo quello di Metilparaben che prima mette alla berlina Carlo Giovanardi – che giovedì ha votato favore del pacchetto e domenica ha proposto una sanatoria per colf e badanti – e poi aggiunge un dialogo surreale con un clandestino appena sbarcato:

«(al molo, dove è appena arrivato un barcone)
– Ehi tu, hai il permesso di soggiorno?
– Stavo giusto andando a prenderlo.
– Sono cinquemila euro.
– Cinquemila euro per un permesso?
– No, di multa.
– Ho sei euro.
– Ce ne devi seimila.
– Non erano cinquemila?
– Ho detto cinquemila? Volevo dire settemila.
– E poi posso rimanere?
– Ahah. No».

Tra i favorevoli, invece, c’è da segnalare il blog Camelot Destra Ideale che scrive ironicamente: «Che scandalo, un’autentica vergogna: adesso anche noi abbiamo il reato d’immigrazione clandestina. Come la Germania (dov‘è stato introdotto dai socialisti), il Regno Unito, la Svizzera, la Francia, il Belgio, l’Olanda, gli Stati Uniti d’America e la Città del Vaticano. Sono indignato, anzichenò!»