I film dell'orrore fanno piu' paura ai mancini

Pubblicato il 2 Maggio 2011 14:01 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2011 14:01

ROMA – Tra le indicazioni per i film dell'orrore oltre all'eta' di chi puo' entrare al cinema andrebbe specificato anche che e' meglio che non sia mancino. Secondo uno studio presentato al meeting della British Psicology society infatti chi scrive con la sinistra e' molto piu' sensibile agli effetti delle scene viste sullo schermo. La ricerca della Queen Margaret University di Edimburgo ha analizzato il comportamento di alcuni soggetti a cui era stato chiesto di vedere un filmato di otto minuti tratto dal film 'Il silenzio degli innocenti'. Dopo la visione gli spettatori mancini hanno mostrato una maggiore difficolta' nel raccontare le scene appena seguite, con molte interruzioni nella narrazione e ripetizioni, un sintomo associato al disordine da stress post traumatico: "La prevalenza di questo effetto e' stata doppia nei mancini rispetto agli altri – spiega Carolyn Choudhary, uno degli autori – sembra che l'esperienza di un evento che induce paura, reale o anche solo in un film, crei nei mancini un vero e proprio stress post traumatico". Secondo la ricerca il fenomeno potrebbe essere dovuto a modi diversi di elaborare i ricordi paurosi da parte del cervello, e questa scoperta potrebbe aiutare a capire meglio la patologia: "Sembra che i due emisferi abbiano un diverso ruolo nella sindrome da stress post traumatico, e che la parte destra sia preponderante. Nei mancini questo lato e' predominante, e questo potrebbe spiegare il risultato dello studio".