I sostanzialisti che non vedono la censura sul web

Pubblicato il 26 luglio 2010 10:00 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2010 10:00

Pare a molti, intervenuti qui e altrove, che le discussioni sulla libertà della rete siano oziose perché distraggono dalla “vera natura” della legge intercettazioni. Come dire, non abbiamo il pane della caduta di “tutta la legge” e voi vi preoccupate delle brioche di internet. Ciechi, nel non vedere la tecnica di nascondere misure gravi dietro […]


Leggi l’articolo originale su: Scene Digitali