Il Blackberry di Obama serve anche per la preghiera del mattino

Pubblicato il 31 Marzo 2010 18:13 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2010 18:13

Obama e il suo Blackberry

Il presidente Barack Obama, un aficionado del suo Blackberry, che prima di entrare alla Casa Bianca è dovuto per ragioni di sicurezza passare per le mani dei tecnici dei servizi segreti (il presidente si era impuntato: lo voleva con sè), usa lo strumento per una miriade di cose, dalle e-mail, agli sms, agli mms e quant’altro.

 Ma c’è una cosa di cui non si conosceva l’esistenza sul Blackberry presidenziale: la preghiera del mattino.

Secondo fonti del Congresso di Washington citate da The Huffington Post, Obama ogni mattina sul suo marchingegno legge una preghiera. Ma quale preghiera? Ce ne sono dozzine tra cui scegliere perchè gliele inviano per e-mail i pastori o sacerdoti con cui ha pregato durante la campagna elettorale dell’anno scorso.

Ovvero, le preghiere non finiscono direttamente sul Blackberry presidenziale, ma ci arrivano dopo che sono state smistate dal Direttore della Fede della Casa Bianca, che provvede ad inoltrarle ad Obama

Obama di preghiere mattutine via Blackberry non ne manca una (appartiene  alla confessione protestante United Church of Christ. ”) E’ una magnifica abitudine che ho cominciato durante la campagna elettorale e che ora mi è più utile che mai”, dice.