Immigrazione, 80mila imprese gestite da stranieri Paesi Mediterraneo

Pubblicato il 4 Marzo 2011 0:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2011 0:23

Roma – Alcuni dei segnali più forti di integrazione culturale si registrano nel mercato del lavoro, dove molti degli stranieri che arrivano dal Maghreb e dal Medio Oriente si sono specializzati nel commercio e nella ristorazione, soprattutto nelle grandi città. A dirlo è il rapporto Ocse-Sopemi 'International migration outlook 2010', presentato oggi a Roma al Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro. Secondo l'indagine, nel 2010 in Italia risultano attive circa 80mila imprese gestite da stranieri provenienti da un Paese del Mediterraneo. Tra queste, 50.765 hanno un titolare marocchino, 11.414 un tunisino, mentre quelle con proprietario egiziano sono 11.061. Da segnalare anche la rapida crescita avvenuta negli ultimi anni di imprese di algerini (2.459 contro le 426 del 2000) e di turchi (1.777 contro le 332 del 2000).