Imparare i Promessi sposi in dieci minuti e crepando dal ridere è possibile grazie al video degli Oblivion

Pubblicato il 3 Luglio 2009 15:23 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2009 15:23

Il sorriso è assicurato con gli Oblivion, un gruppo pieno di talenti ed umorisimo. Chi sono? Sono un gruppo di  giovani artisti, venuti da diverse esperienze (c’è anche un ex-mangiafuoco), uniti dalla passione per il musical e da un’efficace vena parodica. Da dove vengono? Meglio non chiederlo. Da anni cercano una sede.

Che cosa fanno? Ridere. Con delle belle canzoni e degli spettacoli di teatro. I testi che scrivono sono allegri e divertenti (provare per credere su You Tube),  il “sound” è curato, le voci armonizzate. A volte si profila anche la critica sociale (cercate “Rato l’immigrato”).

Piccola perla è una divertentissima loro produzione: i Promessi Sposi in dieci minuti. Più efficace di un bignami, più divertente del Manzoni (ma ci voleva tanto?), gli Oblivion riescono a comprimere in dieci minuti la storia di Renzo e Lucia con l’ausilio di una sarabanda di canzoni “rubate” alla musica leggere.

La scena si apre con “Ti amo” di Umberto Tozzi. Solo che per l’occasione le parole faranno “Sul ramo / del lago di Como / inizia quel tomo..” Descrivere è difficile, meglio ascoltarli direttamente.