India. Attacchi a chiese cattoliche, Kejriwal promette maggior sicurezza

Pubblicato il 15 febbraio 2015 10:27 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2015 10:27
Arving Kejriwal

Arving Kejriwal

INDIA, NEW DELHI – L’attivista indiano anticorruzione Arvind Kejriwal, eletto ‘chief minister’ (governatore) di New Delhi, ha promesso più sicurezza per le minoranze religiose e in particolare per la comunità cristiana. Di recente diverse chiese e scuole cattoliche della capitale sono state oggetto di atti vandalici.

Parlando ad una folla di sostenitori, dopo aver prestato giuramento, il leader del Partito dell’Uomo Comune (Aap) ha detto che “la gente di Delhi non tollererà” gli attacchi alle chiese e ha promesso “di lavorare insieme alla polizia” per rendere più sicura la città.

Kejriwal, che era febbricitante durante la cerimonia del giuramento, ha poi detto di essere pronto a “lavorare 24 ore su 24” per mantenere le promesse fatte in campagna elettorale. “Ho la febbre e sono sotto l’effetto di medicinali – ha aggiunto – ma sono venuto qui lo stesso”.

“Siamo di nuovo al potere – ha detto Kejriwal dopo essere stato eletto – ma questa volta, grazie a Dio, con una forte maggioranza” di 67 seggi su 70 del parlamento cittadino.