Intercettazioni/ Fnsi pronta a scioperare contro il ddl Alfano

Pubblicato il 10 Giugno 2009 18:45 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2009 19:27

Contro il ddl Alfano, che infligge gravi limitazioni alla libertà e al diritto d’informazione, la Federazione nazionale della stampa italiana e tutte le altre sigle sindacali del giornalismo sono pronte a «scioperare nei prossimi giorni», a quanto si apprende dall’Agi. Lo ha annunciato il segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, nel corso di una conferenza stampa indetta oggi pomeriggio, presso la sede della Stampa estera, per ribadire la preoccupazione e l’indignazione per il testo attualmente in discussione alla Camera dei deputati.

«Non è tanto ai giornalisti che questo ddl toglie qualcosa – ha precisato Lorenzo Del Boca, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti – quanto ai cittadini che vengono privati del diritto di essere informati su fatti rilevanti per la vita del paese. Vista la consistenza delle sanzioni che potrebbero essere comminate agli editori, qualora pubblicassero testi ormai pubblici ma comunque non pubblicabili, proprio gli editori si sentiranno nel diritto e nel dovere di intervenire nella decisione di cosa pubblicare o meno», ha concluso Del Boca.

Roberto Natale, presidente dell’Fnsi, ha tenuto a sottolineare che «qui non si tratta di diritti individuali ma dell’intera società civile che rischia un grave danno conseguente al tentativo di secretazione di informazioni importanti per il paese».