Martusciello (Agcom): “Contenuti su internet, servono nuove regole”

Pubblicato il 17 ottobre 2011 18:51 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 19:53
Antonio Martusciello

Antonio Martusciello (foto LaPresse)

ROMA, 17 OTT – ”Occorrono nuove regole per una tutela dei contenuti e dai contenuti veicolati su Internet e sulle nuove piattaforme distributive”. Lo ha detto il commissario dell’Agcom, Antonio Martusciello, intervenuto oggi alla conferenza ‘Digitale, cinema, televisione e democrazia alla prova della televisione ibrida’, promosso dall’Accademia di Francia a Roma.

Secondo il commissario, ”il dibattito sulla nuova realtà multipiattaforma, e in particolare su Internet, deve essere alimentato dal tema delle regole, che – ha spiegato – devono fornire un minimo di certezza e di tutela in un contesto così ampliato e caratterizzato dai continui cambiamenti”. L’intento è quello di evitare che l’avvento delle nuove tecnologie possa favorire la violazione dei principi civili fondamentali. Ecco perché occorre ”impedire che Internet e le nuove piattaforme distributive si trasformino in territorio di nessuno dove tutto è permesso e contro cui non esiste argine o tutela”. ”Questa – ha detto Martusciello – è una questione di civiltà prima che di diritto”.

Di fronte alla complessità e al carattere sovranazionale di questo fenomeno, per il commissario Agcom ”è indispensabile l’intervento del legislatore, meglio se comunitario, diretto a ridurre le asimmetrie che caratterizzano la realtà attuale, imponendo a tutti gli operatori regole uguali sui contenuti indipendentemente dalla piattaforma distributiva utilizzata”.

”Nessuna demonizzazione della rete – sottolinea Martusciello – e nessuna azione contro i cittadini, ma giuste ed efficaci misure che contrastino non gli usi ma gli abusi realizzati attraverso di essa. Il tutto – ha concluso – sempre con la prospettiva di contribuire a realizzare un sistema dei media, Internet incluso, orientato al servizio della collettività e del progresso civile”.