Iran, Chavez difende Ahmadinejad: “Il nucleare è un diritto sovrano”

Pubblicato il 5 Settembre 2009 8:21 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2009 8:22

In visita dal 4 settembre in Iran, il presidente venezuelano Hugo Chavez ha preso le parti della Repubblica Islamica e del suo controverso programma nucleare, che secondo l’ospite sud-americano costituisce un vero e proprio «diritto sovrano» per il regime di Teheran.

«Noi solidarizziamo con l’Iran», ha dichiarato il leader di Caracas, citato dalla televisione nazionale del suo Paese, «e siamo certi che l’Iran, come già ha dimostrato, non arretrerà nei propri sforzi per ottenere ciò che corrisponde a un diritto sovrano del popolo: disporre di tutte le attrezzature e le strutture per utilizzare l’energia atomica a fini pacifici».

«Non c’è una sola prova», ha incalzato Chavez, «del fatto che l’Iran stia fabbricando una bomba atomica».

Presto, ha ironizzato poi, «accuseranno pure noi di volerla confezionare in Venezuela».

La sortita di Chavez ha fatto seguito alla recentissima, ennesima sfida lanciata all’Occidente dal presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad il quale, nel ribadire la volonta’ di Teheran di dotarsi in proprio di energia nucleare a basso costo, ha avvertito che non solo non cederà alle pressioni esterne, ma che non osserverà alcuna scadenza eventualmente intimata dalle Grandi Potenze e che non si lascerà intimidire da ulteriori sanzioni.

Anzi, aveva aggiunto il leader iraniano, queste ultime saranno, «le benvenute».

Chavez, ex ufficiale golpista dei paracadutisti, ha comunque confermato l’intenzione del suo governo di perseguire un proprio programma atomico.