Israele/ Terza accusa di corruzione archiviata contro Olmert: era sospettato di aver preso tangenti dai dirigenti di un ospedale

Pubblicato il 10 Agosto 2009 23:54 | Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2009 23:54

Buone notizie per Ehud Olmert. Il procuratore Menachem Mazuz ha deciso di archiviare la terza accusa di corruzione che pendeva su di lui. Stavolta si trattava di una presunta tangente da un milione di Nis. C’era di mezzo un ospedale, il Laniado di Netanya e Olmert avrebbe preso i soldi in cambio della garanzia di alcuni contributi statali.

Lo stesso procuratore Mazuz aveva già chiuso un altro fascicolo contro il politico lo scorso mese. C’era, infatti, un’accusa per una tangente di 500 mila dollari sotto forma di sconto sulla nuova casa di Olmert a Gerusalemme. In cambio, l’ex premier avrebbe assicurato alla società incaricata della ristrutturazione dei permessi di costruzione speciali.

Lo scandalo immobiliare, a sua volta, seguiva un’altra vicenda giudiziaria che aveva coinvolto Olmert. Si tratta della vicenda della Banca Leumi. Da ministro delle Finanze, secondo l’accusa di alcuni investitori, avrebbe favorito l’acquisto di quote dell’istituto di credito da parte del suo amico australiano Frank Lowy, cercando in questo modo di alterare il mercato bancario.