Istat/ L’Italia supera i 60 milioni di abitanti, ma il merito è degli stranieri che vi risiedono

Pubblicato il 23 Giugno 2009 13:17 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2009 13:17

Nel corso dello scorso anno la popolazione residente in Italia ha superato la soglia dei 60 milioni di abitanti. I cittadini italiani, tuttavia,  sono diminuiti di 400 mila unità, mentre quelli stranieri sono aumentati di 2 milioni e 720 mila unità. Stando a quanto rileva l”ultimo bilancio demografico” diffuso dall’Istat, il  superamento del limite è avvenuto solo grazie agli immigrati.

Nel 40,3 per cento dei comuni italiani, infatti, la popolazione è cresciuta grazie agli immigrati, che con il loro arrivo hanno compensato anche la diminuzione delle nascite nel nostro Paese e l’invecchiamento della popolazione.

Nelle Regioni del nord Italia due bambini su dieci nati nel 2008 (il 19% del totale) è figlio di cittadini stranieri. Leggermente più bassa l’incidenza nelle regioni del centro, dove i neonati non autoctoni sono il 14% e si riduce ulteriormente nel mezzogiorno, dove i figli degli stranieri sono appena il 3,4%.